René Marie

Nell’arco di due decenni, con 11 dischi e innumerevoli spettacoli teatrali, René Marie ha consolidato la sua reputazione non solo come cantante, ma anche come compositore, arrangiatore, attrice teatrale e insegnante.

Guidata e temprata da potenti lezioni di vita e radicata nella tradizionie del jazz di  Ella Fitzgerald, Dinah Washington e altre importanti donne delle passate generazioni, prende in prestito vari elementi del folk, R & B e persino classica e country per creare uno stile ibrido accattivante.

Nata nel novembre 1955 in una famiglia di sette figli a Warrenton, in Virginia, la musica – blues, folk, bluegrass e musica classica ha costituito la colonna sonora della sua infanzia.

Inizia la carriera musicale nell’adolescenza per poi mettere da parte le proprie aspirazioni quando sposa un ex compagno di band a 18 anni. A metà degli anni ’90, è madre di due figli e lavora in una banca.

A 41 anni, suo figlio maggiore la convince a ricominciare a cantare e, a partire dal 1997,  torna a dedicarsi interamente alla musica e produce il suo primo CD. Firma con l’etichetta MaxJazz e assume il ruolo principale nella produzione in prima mondiale di Ella e Her Fella, Frank al Barksdale Theatre a Richmond.

Il CD autoprodotto di René, “Renaissance” esce nel 1999. Nel 2000, ha firmato con l’etichetta MaxJazz e ne ha registrati altri quattro nei successivi quattro anni.

Si separa dall’etichetta nel 2005 per avere più controllo sulla propria carriera. Si trasferisce a Denver, dove ha registrato e co-prodotto il suo sesto CD, Experiment in Truth, pubblicato nel 2007.

Mette a servizio il suo talento musicale e recitativo in teatro in un one- woman show, “Slut Energy Theory: U’Dean”, sui temi di abuso e incesto. L’opera è stata presentata per la prima volta nell’ottobre 2009 e la colonna sonora, uscita alla fine dello stesso anno, è stata la settima puntata della sua discografia. Nel 2010, ha lanciato una serie di sessioni di gruppo di terapia vocale chiamate SLAM. René ha aderito all’etichetta Motéma con l’uscita del 2011 di “Voice of My Beautiful Country”, seguita nello stesso anno da “Black Lace Freudian Slip”. Nel  2013 con “ I Wanna Be Evil: With Love To Eartha Kitt” ha ottenuto una nomination ai Grammy nella categoria Best Jazz Vocals.

Il nuovo capitolo del suo lavoro è “Sound of Red” (2016), il suo primo album di materiale completamente originale.